Consulenza personale gratuita

080 080 08 81

Lunedì – venerdì: 08:00 – 20:00

Prenotare un appuntamento

Perdita d’udito – un argomento difficile anche per i parenti

L’ipoacusia è un argomento difficile da trattare per chi ne soffre. Anche i parenti possono soffrirne, soprattutto quando gli audiolesi stessi non percepiscono in alcun modo di essere affetti da una perdita d’udito.

Cos’è una perdita d’udito?

L’ipoacusia si presenta sotto varie sfaccettature. Quando vi è fino al 40% della perdita di udito si parla ancora di una lieve ipoacusia. Un’ipoacusia media si aggira intorno al 40-60% della perdita d’udito, mentre un’ipoacusia grave intorno al 60-80%. Soltanto quando si ha una perdita d’udito del 100% si parla di sordità e in questo caso le persone colpite non sono più in grado di sentire alcun suono.

Ci sono diverse tipologie di perdita d’udito. In generale se ne distinguono due forme: l’ipoacusia trasmissiva, in cui il paziente affetto sente ancora tutte le frequenze sonore nella consueta qualità del suono, nonostante il livello sonoro risulti più attenuato; l’ipoacusia neurosensoriale, in cui le diverse frequenze sonore perdono d’intensità in maniera differente. In un primo tempo l’interessato non percepisce più i suoni acuti, mentre continua a udire i suoni gravi. Alcuni pazienti hanno anche una combinazione di entrambe le forme di ipoacusia. Quali sintomi sono i più marcati, varia da caso a caso.

Spesso i parenti notano un’ipoacusia in presenza dei cari che ne sono colpiti. Questi talvolta non si accorgono assolutamente che la televisione ha un volume troppo alto o che, in un dialogo, l’interlocutore deve ripetersi più volte. In altri casi gli audiolesi notano il loro problema, tuttavia per vergogna o per idee errate non vogliono intervenire ai fini di una possibile risoluzione. I bambini, la maggior parte delle volte, non si accorgono affatto della loro perdita d’udito, ma in fin dei conti non hanno ancora maturato sufficiente esperienza uditiva.

Quali sono i motivi della perdita d’udito?

Le cause dell’ipoacusia sono davvero molteplici. Talvolta vi è semplicemente un’infiltrazione d’acqua nell’orecchio, oppure si crea un accumulo di cerume. Ogni tanto, ad esempio, l’areazione dell’orecchio è compromessa da forti raffreddori, sicché l’equalizzazione della pressione viene meno. Nei bambini è la causa più frequente di cattivo udito. Anche le tonsille ingrossate, che possono nuocere altrettanto all’udito, sono frequenti nei bambini. Infiammazioni dell’orecchio medio o del meato uditivo possono condurre anch’esse all’ipoacusia. Ferite in cui vengono danneggiate parti del corpo necessarie per l’ascolto, come il timpano, l’orecchio interno e così via, sono altrettanto nocive per l’udito. Ma anche malattie infettive come il morbillo, la rosolia, gli orecchioni o la borreliosi possono condurre all’ipoacusia, esattamente come diverse malattie metaboliche, del fegato o dei reni. Persino i medicinali possono provocare la perdita d’udito tra gli effetti collaterali. Qualche volta si presentano anche dei disturbi della rachide cervicale. Un rumore eccessivo cui sono esposte le orecchie a lungo andare può danneggiare le sensibili cellule ciliate. L’ipoacusia è molto spesso anche un sintomo di vecchiaia.

Come prevengo la perdita d’udito?

Un metodo per prevenire la perdita d’udito è proteggersi da rumori forti, è perciò consigliabile l’utilizzo di un idoneo protettore uditivo quando si assiste a concerti chiassosi, si va in discoteca o si lavora con macchinari rumorosi. In generale è bene rinunciare ad ascoltare musica troppo alta con le cuffie. Per quanto riguarda i bambini dovete anche prestare attenzione alla scelta dei giocattoli, in modo tale che non danneggino il sensibile udito infantile a causa del troppo rumore.

I problemi all’orecchio si prevengono anche con la giusta igiene dell’apparato uditivo: se si utilizzano bastoncini d’ovatta o altri ausili di pulizia, si può generare un leggero tappo di cerume sul timpano, che aggrava così le capacità uditive. Possono crearsi anche infiammazioni o persino ferite a causa della cattiva igiene dell’orecchio. E’ meglio che vi laviate le orecchie accuratamente con acqua pulita, per esempio durante la doccia.

Prevenite un peggioramento dei problemi d’udito consultando, prima possibile, uno specialista se in presenza di mal d’orecchi, perdita d’udito, ronzii nelle orecchie o altre difficoltà. Questo consiglio è particolarmente importante per i bambini, perché il loro cattivo udito può condurre a un ritardo dello sviluppo. Ma poiché i bambini denotano raramente un’ipoacusia, dovreste far fare un test presso uno specialista, qualora aveste il sospetto che vostro figlio possa soffrire di perdita d’udito.

Cosa posso fare contro la perdita d’udito?

Al giorno d’oggi ci sono svariate possibilità per trattare l’ipoacusia. In alcuni casi i problemi possono essere eliminati già solo grazie ad un’accurata pulizia dell’orecchio o mediante somministrazione di medicinali specifici. La causa della perdita di udito non può essere eliminata così facilmente, ma i sistemi uditivi, che livellano quasi ogni tipo di perdita d’udito e possono migliorare significativamente la qualità della vita della persona interessata, forniscono un grande aiuto. Molti di questi apparecchi sono quasi invisibili.

Quando si sospetta una perdita d’udito, il primo passo dovrebbe essere quello di sottoporsi a un controllo frequente da uno specialista. Grazie a test professionali dell’udito si può determinare la causa della perdita e, di conseguenza, può essere d’aiuto la scelta di un apparecchio acustico. Poiché le persone colpite da perdita d’udito spesso non notano da sole la loro ipoacusia, dovreste, qualora aveste un sospetto, cercare un dialogo con la persona interessata e raccomandarle una visita di controllo presso uno specialista. Se si tratta di persone adulte, naturalmente solo lui o lei possono prendere in maniera autonoma la decisione di intervenire contro la perdita d’udito. Con attenzione e comprensione potrete far capire agli interessati che l’ipoacusia non è una cosa di cui vergognarsi e che ci sono differenti possibilità terapeutiche.

Desideri ricevere informazioni più dettagliate sugli apparecchi acustici e sull'udito? Ordina allora il pacchetto di benvenuto gratuito. Esso include un modello di apparecchio acustico, informazioni dettagliate sull'udito, sugli apparecchi acustici e l'essenziale da sapere sui rimborsi della previdenza sociale e molto altro ancora.

Ordina subito il pacchetto di benvenuto gratuito.

Perdita d’udito – un argomento difficile anche per i parenti
5 - 1 Rating