Consulenza personale gratuita

Prenotare un appuntamento

Lunedì – venerdì: 08:00 – 20:00

Ipoacusia trascurata: le possibili conseguenze

Molte persone soffrono di una capacità uditiva limitata. La perdita, se di lieve entità, non crea particolari difficoltà nella vita di tutti i giorni e gli interessati possono addirittura non rendersene conto. Tuttavia, al crescere dell’ipoacusia può aumentare anche la gravità delle conseguenze. Una perdita uditiva marcata si ripercuote sull’intera esistenza, con conseguenze di tipo fisico, sociale e psicologico. Che impatto può avere un’ipoacusia trascurata sulle relazioni interpersonali? E quali sono i segnali che ne permettono un riconoscimento precoce?

Conseguenze di un danno uditivo a livello sociale

L’udito è uno dei sensi più importanti. Nella vita di tutti i giorni, spesso ce ne accorgiamo solo quando subentrano delle difficoltà. Chi esercita una professione comincia a insospettirsi quando, in occasione di una riunione, segue a fatica il filo del discorso e deve domandare in continuazione di ripetere. Più i fraintendimenti si fanno frequenti, più gli interessati tendono a chiudersi. Ed è sempre più arduo chiedere chiarimenti. Ne possono derivare problemi con il datore di lavoro o con i colleghi. Ma ci si sente improvvisamente esclusi anche in molte altre circostanze quotidiane. La difficoltà a comprendere correttamente gli annunci importanti rende problematico viaggiare con i mezzi pubblici. Diventa complicato affrontare anche situazioni comuni in cui ci si debba relazionare con altre persone, come un pranzo al ristorante o la necessità di ottenere informazioni in un negozio. Anche un film al cinema, un’uscita tra amici o altri eventi simili diventano da un giorno all’altro occasioni più impegnative che divertenti. Per tutti questi motivi, molte persone interessate da perdita dell’udito tendono a ritirarsi gradualmente dalla vita sociale.

Conseguenze dell’ipoacusia sui rapporti di coppia

La difficoltà di comprensione e la necessità di domandare spesso di ripetere durante le conversazioni sono diffusamente percepiti – almeno a livello inconscio – come un elevato fattore di stress. È già stato sottolineato come i soggetti interessati tendano a chiudersi sempre più in se stessi, evitando le occasioni di scambio. Tuttavia, le relazioni interpersonali – in particolare quelle di coppia – sono fondate sul dialogo. Se una perdita uditiva viene trascurata a lungo, possono rapidamente insorgere condizioni di precarietà.

I partner possono interpretare la riluttanza al dialogo come disinteresse nei loro confronti. Una sensazione rafforzata dal fatto che gli interessati guardano la televisione o ascoltano la musica spesso a volume notevolmente alto, ma in occasione di conversazioni importanti sembrano non prestare attenzione e devono spesso chiedere di ripetere. Le rimostranze che ne conseguono causano discussioni e, nel peggiore dei casi, il reciproco allontanamento. Oppure può accadere che un partner si innervosisca alle frequenti richieste di ripetere durante una discussione e magari venga accusato di esprimersi in modo poco chiaro. Poiché, in determinate occasioni sociali, l’interessato non riesce a sentire e comprendere interamente le conversazioni e quindi deve domandare di ripetere o non è in grado di rispondere, il partner interviene in sua vece. Ciò può causare uno squilibrio nel rapporto: chi soffre di ipoacusia può sentirsi scavalcato e trattato con condiscendenza e non dimostrare al partner la gratitudine che questo invece si aspetta per l’aiuto offerto. Tutte queste difficoltà conseguenti a una perdita uditiva trascurata possono anche causare depressione.

Chi non reagisce attivamente, nel tentativo di risolvere con successo la problematica, rischia nel peggiore dei casi il fallimento del rapporto. I famigliari che notano i segnali di una possibile ipoacusia sono tenuti a farlo presente al partner, spiegando come anche per loro la situazione sia difficile e quali problemi a livello sociale ne possano conseguire. Non sempre gli interessati sono consapevoli delle difficoltà che la loro perdita uditiva può comportare anche per gli altri e non ne riconoscono le conseguenze sociali.

Chi non ci sente non capisce e chi non capisce fraintende molte cose. A loro volta, i fraintendimenti sono spesso causa di discussioni e rimproveri reciproci. L’errata lettura del comportamento del partner contribuisce alla fine del dialogo di coppia.
Ehepaar auf Couch

Conseguenze fisiche di una limitazione dell’udito

Chi soffre di danni uditivi permanenti, prima o poi lamenta anche conseguenze a livello fisico. La persona interessata da una perdita uditiva tenta di compensare il deficit prestando ascolto con particolare concentrazione. Nella maggior parte dei casi, il corpo stesso assume una posizione tesa e forzata, che causa svariati disturbi fisici. Ricordiamo in particolare il mal di testa e il dolore cervicale, dovuto alla necessità di tenere la testa forzatamente rivolta in direzione della fonte del rumore. A sua volta, il costante dolore cervicale può peggiorare ulteriormente il mal di testa e il mal di schiena, in un circolo vizioso.

Quindi, alle prime avvisaglie o appena vi rendete conto di non riuscire più a gestire la vita quotidiana come prima cosa è consigliabile consultare tempestivamente uno specialista. Il primo passo consiste nell’eseguire un test dell’udito, per verificare se il problema è causato da ipoacusia. Qualora venga accertata una perdita dell’udito, di norma gli audioprotesisti sono in grado di migliorare notevolmente o addirittura ripristinare completamente la capacità uditiva grazie ad apparecchi acustici moderni e praticamente invisibili o altri strumenti ausiliari. Ciò consente agli interessati di eliminare i problemi fisici, sociali e psicologici. E anche la vita di coppia ne beneficerà: garantito!

Ipoacusia trascurata: le possibili conseguenze
4 - 1 Rating[s]