Consulenza personale gratuita

080 080 08 81

Lunedì – venerdì: 08:00 – 20:00

Prenotare un appuntamento

Apparecchi acustici ricaricabili: efficacia e attenzione all’ambiente

Oggi gli apparecchi acustici non sono più solo strumenti uditivi ausiliari, ma piccoli computer ad alte prestazioni che sorprendono con una tecnologia sempre più avanzata. Molti apparecchi offrono già in dotazione base funzioni hi-tech come la possibilità di collegarsi al televisore o all’impianto stereo tramite Bluetooth. E le ultime conoscenze tecnologiche contribuiscono al miglioramento continuo della qualità del suono di queste piccole meraviglie uditive. Purtroppo, il perfezionamento e l’ampliamento delle funzionalità si accompagnano spesso a un maggiore consumo di corrente. Gli utilizzatori sono così costretti a una frequente sostituzione delle batterie. Un problema che i nuovissimi apparecchi acustici ricaricabili – ad esempio Phonak Audéo B-R – contribuiscono a eliminare.

Mai più batterie da sostituire

In un apparecchio acustico, gli intervalli di sostituzione delle batterie variano dai tre giorni alle due settimane, a seconda del tipo di dispositivo, di quanto viene utilizzato e delle dimensioni della batteria stessa. Sostituire una batteria a bottone richiede però una certa manualità e rappresenta una sfida notevole per chi soffre di vista debole o tremori alle mani. Naturalmente, è sempre possibile rivolgersi a un centro specializzato, che offre questo servizio a titolo perlopiù gratuito. I nuovi apparecchi acustici ricaricabili con batterie agli ioni di litio eliminano la necessità di recarsi ogni settimana dall’audioprotesista. E il tempo risparmiato può così essere dedicato ad attività più piacevoli. Basta inserire i piccoli strumenti uditivi ausiliari in un caricabatterie collegato alla rete elettrica per una carica completa in 3 ore e una durata fino a 24 ore. La funzione di ricarica rapida riduce addirittura il tempo di carica a soli 30 minuti, per 6 ore di impiego. Esattamente come per uno smartphone.

Packshot_Power_Pack_075-0013

Packshot_Mini_Charger_with_Audeo_B-R

 

 

 

 

 

 

 

Apparecchi acustici senza batterie: per amore dell’ambiente

Pile e batterie possono esaurire rapidamente la loro carica durante i lunghi spostamenti, che richiedono l’ascolto attento e concentrato degli annunci in stazione, o nei viaggi d’affari, in cui i dispositivi sono fortemente sollecitati. Un breve bip nell’orecchio segnala che l’apparecchio sta per scaricarsi. Il Power Pack portatile risolve il problema della ricarica in tutta semplicità e senza presa.

Apparecchi acustici senza batterie: per amore dell’ambiente

Come ci ha sempre insegnato Battery Man: le batterie, anche quelle a bottone degli apparecchi acustici, non vanno gettate tra i rifiuti domestici, ma devono essere smaltite separatamente o restituite direttamente all’audioprotesista. Le batterie contengono litio, ossido di argento o zinco, tutte sostanze pericolose e dannose per l’ambiente, se smaltite in modo scorretto. Eppure, sono ancora molte le pile usate che continuano a finire tra i rifiuti. La batteria ad alte prestazioni dei nuovi apparecchi acustici ricaricabili può essere tranquillamente riutilizzata per diversi anni, evitando così la produzione di altri scarti da smaltire separatamente.

Scettici? Vi offriamo la possibilità di una prova gratuita e senza impegno

Non siete ancora convinti del comfort extra garantito da un apparecchio acustico ricaricabili? Oppure utilizzate già uno strumento uditivo ausiliario a batterie e non siete sicuri se valga la pena passare a un modello ricaricabile? Approfittate oggi stesso della possibilità di provare gratuitamente e senza impegno il più innovativo tra gli apparecchi acustici presso il centro specializzato Amplifon a voi più vicino. I nostri esperti potranno chiarire immediatamente qualsiasi dubbio o domanda.